Vai al contenuto

“Alleggeriamo il carico”: sosteniamo la campagna europea contro i disturbi muscoloscheletrici

Inizia oggi la settimana Europea per la salute e sicurezza sul lavoro (organizzata dall’EU – OSHA, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro), quest’anno incentrata sul tema della campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri. Alleggerisci il carico” *, ovvero sui disturbi muscoloscheletrici (DMS) lavoro-correlati.

uomo che porta un cilindro di acciaio

I DMS sono tra i problemi di salute correlati al lavoro più comuni, colpiscono 3 lavoratori su 5: provocano dolore e disagi alla schiena, al collo, alle spalle, agli arti superiori e inferiori e incidono negativamente sulla capacità di una persona di lavorare.

Secondo un’indagine europea del 2019, i fattori di rischio più frequentemente connessi ai DMS sono i movimenti ripetitivi della mano e del braccio, la postura seduta prolungata, il sollevamento o lo spostamento di persone o carichi pesanti, le pressioni esercitate da urgenze temporali e le posizioni faticose o dolorose.

La buona notizia è che è possibile gestire e prevenire i disturbi muscoloscheletrici,  attraverso una corretta valutazione dei rischi sul luogo di lavoro e adottando le giuste misure preventive per eliminare o controllare i rischi, in modo tale da ridurre il loro impatto negativo sulle persone (riduzione della qualità della vita, della capacità lavorativa, disabilità, ecc.) e  i relativi costi per le imprese e la società (assenteismo, incidenza sulle prestazioni e sulla produttività, pre-pensionamento, spese per il sistema sanitario e di previdenza sociale nazionale, ecc.).

Per una valutazione e una prevenzione efficaci è necessario che i datori di lavoro – che lo ricordiamo hanno la responsabilità giuridica di garantire che tutti i rischi sul luogo di lavoro siano valutati e adeguatamente controllati – siano informati del problema e ricevano supporto per affrontare i DMS; altrettanto fondamentale è la consapevolezza, il coinvolgimento e la collaborazione dei lavoratori.

Per questo noi di Polo 626 sosteniamo la campagna e il messaggio che racchiude – “La sicurezza e la salute sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l’azienda” – mettendoci il massimo impegno per promuovere una cultura della sicurezza e della prevenzione che coinvolga sia i datori di lavoro che i lavoratori.

*Il sito web ufficiale della campagna, in diverse lingue è:  https://healthy-workplaces.eu/it 

Articoli recenti
RLS, componi il tuo percorso formativo

Rls, a ognuno il suo (corso)

Inizia a marzo il nuovo progetto formativo per RLS e per chi si occupa di sicurezza in azienda. Guarda le diverse possibilità, scegli gli argomenti più…
Tractor spraying soybean

Agricoltura: cosa controllano le ASL nel 2024

L’agricoltura è insieme all’edilizia uno dei comparti a maggior rischio di infortuni. Per questo è un settore attenzionato dalle Aziende Sanitarie, con un programma specifico…