Vai al contenuto

CIVA – INAIL: cos’è, come funziona e come delegare un consulente per le pratiche online

CIVA è il sistema online messo a disposizione dall’INAIL per la gestione informatizzata dei servizi di certificazione e verifica di impianti e apparecchi (Ascensori e Montacarichi da cantiere, Attrezzature di Sollevamento, Impianti di Messa a Terra e Protezione dalle Scariche Atmosferiche, Apparecchi a pressione e Impianti di Riscaldamento). Lo scopo è digitalizzare la banca dati e facilitare lo scambio di informazioni tra le imprese e l’INAIL.

A mano a mano che vengono implementati i servizi di certificazione e verifica gestibili attraverso CIVA, le imprese non possono più ricorrere alle modalità tradizionali per la presentazione di istanze, dichiarazioni e dati, ma devono appunto ricorrere all’applicativo CIVA.

È tuttavia possibile delegare un consulente esterno per la gestione online delle pratiche.

» Aggiornamento del 30 agosto 2022: Nuovi servizi per il settore apparecchi a pressione

catene

1. A cosa serve CIVA?

Attualmente i servizi di certificazione e verifica gestibili per via telematica attraverso l’applicativo CIVA sono i seguenti:

  • la denuncia di impianti di messa a terra;
  • la denuncia di impianti di protezione da scariche atmosferiche;
  • la messa in servizio e l’immatricolazione delle attrezzature di sollevamento;
  • il riconoscimento di idoneità dei ponti sollevatori per autoveicoli;
  • le prestazioni su attrezzature di sollevamento non marcate CE;
  • la messa in servizio e l’immatricolazione degli ascensori e dei montacarichi da cantiere;
  • la messa in servizio e l’immatricolazione di apparecchi a pressione singoli e degli insiemi;
  • l’approvazione del progetto e la verifica primo impianto di riscaldamento;
  • le prime verifiche periodiche.

 

Inoltre è sempre tramite l’applicativo CIVA che le imprese devono provvedere alla Comunicazione dell’organismo abilitato (art.7-bis Dpr 462/01), comunicando il nominativo dell’Organismo incaricato di eseguire le verifiche periodiche per gli impianti di messa a terra, per gli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche e per gli impianti in luogo con pericolo di esplosione.

I servizi suddetti devono essere gestiti esclusivamente utilizzando il servizio telematico CIVA.

Per la riqualificazione periodica dei piccoli serbatoi interrati per GPL con la metodologia di Emissione Acustica (EA) bisogna invece utilizzare l’applicativo “Emissioni acustiche”.

Per gli ulteriori servizi di certificazione e verifica non ancora disponibili online (per esempio le messe in servizio cumulative di attrezzature a pressione, la riparazione e la taratura di valvole), le relative prestazioni devono essere richieste utilizzando i moduli presenti sul sito dell’INAIL e inviandoli tramite Pec (Posta elettronica certificata).

2. Perché è importante CIVA e quali sono i vantaggi?

La legge pone in capo al datore di lavoro una serie di precisi obblighi relativamente alla certificazione e verifica di impianti e apparecchiature (per esempio la comunicazione, entro 30 giorni, della messa in servizio degli impianti di messa a terra e dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, l’inviino della dichiarazione di conformità dell’impianto rilasciata dall’installatore, ecc.). Per le aziende è quindi fondamentale conoscere CIVA e provvedere a tutti gli adempimenti previsti e nei tempi stabiliti, garantendo sempre la sicurezza dei luoghi di lavoro.

L’informatizzazione delle pratiche tramite l’applicativo CIVA presenta diversi vantaggi:

  1. rende più agevole l’interlocuzione tra l’impresa e l’INAIL, facilitando la gestione delle diverse fasi delle procedure (per esempio l’emissione della matricola, la richiesta di documentazione integrativa, l’assegnazione del tecnico, ecc.);
  2. permette il pagamento delle prestazioni di certificazione e verifica direttamente online attraverso i canali messi a disposizione dal sistema “pagoPA@Inail” (carta di credito, home banking, PayPal, ecc.), consentendo l’abbinamento immediato e automatico del versamento effettuato con il servizio (per ulteriori dettagli è possibile consultare il manuale: https://www.inail.it/cs/internet/docs/manuale_utente_pagopa.pdf?section=supporto;
  3. permette all’azienda di avere sempre a disposizione online l’elenco degli impianti e degli apparecchi associati all’azienda stessa, con indicazione della relativa matricola e quindi consentendo un monitoraggio facile e veloce; 
  4. permette all’azienda di comunicare all’Istituto l’acquisizione dell’attrezzatura o la sua cessione o dismissione attraverso il servizio di voltura per acquisizione/cessione dell’impianto/apparecchio.

3. Come accedere a CIVA e chi è abilitato ad accedere?

Per usufruire dei servizi telematici di certificazione e verifica messi a disposizione dall’INAIL bisogna innanzitutto accedere al sito www.inail.it, quindi selezionare “Accedi ai servizi online” e inserire i dati del login: Nome utente (oppure il codice fiscale della persona fisica) e Password. Confermati i dati immessi, compare la “My Home” con l’elenco dei servizi online disponibili. Per accedere a CIVA occorre cliccare sulla voce “Certificazione e Verifica” e poi sulla voce “CIVA”.

I datori di lavoro della gestione industria, artigianato, servizi, delle pubbliche amministrazioni titolari di Pat, del settore navigazione titolari di pan, già profilati per l’utilizzo dei servizi online, possono accedere a CIVA con le credenziali già in loro possesso (i profili abilitati sono quelli di Legale rappresentante, delegato, intermediario, comandante del settore navigazione). È stato inoltre creato un nuovo profilo, “Consulente per le attrezzature e impianti”, per consentire anche ai consulenti tecnici di accedere a CIVA e operare nell’espletamento degli incarichi loro affidati. Questa nuova figura può essere abilitata dal Legale Rappresentante o dall’Amministratore delle utenze digitali dell’azienda direttamente online e secondo le consuete modalità previste per la delega delle abilitazioni. È possibile delegare esclusivamente persone fisiche che siano già in possesso delle credenziali dispositive o che abbiano già avuto accesso al portale INAIL con SPID.

Per gli utenti non soggetti a assicurazione Inail (i datori di lavoro agricolo, i datori di lavoro privato di lavoratori assicurati presso altri enti o con polizze private, gli amministratori di condominio, gli installatori e progettisti di impianti di riscaldamento, eventuali soggetti delegati) l’accesso a CIVA è consentito attraverso il profilo di “Utente con credenziali dispositive”, e l’indicazione del codice fiscale/partita Iva del soggetto per il quale si intende operare nonché della qualifica rivestita (rappresentante legale, proprietario, amministratore di condominio, installatore e progettista di impianto di riscaldamento, delegato). Il profilo di “Utente con credenziali dispositive” è acquisibile tramite il servizio “Richiedi credenziali dispositive” disponibile sul portale www.inail.it, oppure effettuando l’accesso con una delle seguenti modalità:

  • Spid 
  • Pin Inps 
  • Carta Nazionale dei Servizi (Cns) 
  • presentando richiesta alle Sedi territoriali dell’Inail attraverso l’apposito modulo reperibile sul sito.

 

Per ulteriori dettagli sul funzionamento dell’applicativo CIVA è a disposizione sul sito INAIL il manuale utente.

Polo 626 e i suoi tecnici sono a completa disposizione per maggiori informazioni e per supportare la tua azienda nella gestione delle comunicazioni tramite il sistema informatico CIVA.

Articoli recenti
RLS, componi il tuo percorso formativo

Rls, a ognuno il suo (corso)

Inizia a marzo il nuovo progetto formativo per RLS e per chi si occupa di sicurezza in azienda. Guarda le diverse possibilità, scegli gli argomenti più…
Tractor spraying soybean

Agricoltura: cosa controllano le ASL nel 2024

L’agricoltura è insieme all’edilizia uno dei comparti a maggior rischio di infortuni. Per questo è un settore attenzionato dalle Aziende Sanitarie, con un programma specifico…